Mancano figure professionali alla Soprintendenza di Salerno e Avellino. Emanato un avviso

La Soprintendenza per le Belle Arti e del Paesaggio per le province di Salerno e Avellino ha condotto una ricognizione delle risorse umane interne al fine di valutare la presenza in organico di professionalità idonee a svolgere, per gli anni 2015/2016, determinate e specifiche attività connesse alla catalogazione, revisione e digitalizzazione di schede cartacee di tipo OA dell’Archivio del Catalogo, da svolgere nell’ambito della implementazione della nuova piattaforma SIGECWEB, ossia il nuovo Sistema Informativo Generale del Catalogo. Ma la Soprintendenza ha dovuto riscontrare, al termine dell’attività di ricognizione, la carenza di professionalità interne in possesso di competenze informatiche ed esperienze pregresse relative ai sistemi informativi specifici attualmente utilizzati dall’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione. Ed inoltre l’ente culturale deve far i conti anche con gli storici dell’arte interni, in sotto organico, anche a seguito dei pensionamenti, che  risultano oberati da un carico di lavoro notevole nell’attività di tutela, conservazione e valorizzazione di un territorio vasto circa 500 km e comprendente due capoluoghi di provincia e 274 paesi. Per questo la Soprintendenza ha emanato un avviso pubblico per stilare una lista di professionalità che vadano a colmare il vuoto di figure lavorative adatte all’interno della Soprintendenza per lo svolgimento di una serie di attività riguardanti le aree operative che concernono la realizzazione di campagne di nuova catalogazione , di revisione e di digitalizzazione del cartaceo  all’interno del nuovo sistema SIGECWEB e la verifica delle funzionalità e del processo di comparazione dei dati catalografici MIBACT con altre fonti. Le domande dovranno pervenire entro il 21 ottobre all’indirizzo della Soprintendenza delle Belle Arti e Paesaggio per le province di Salerno e Avellino. Maggiori informazioni anche sui requisiti da possedere per presentare la domanda sul sito: www.campania.beniculturali.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#