Il tormentone di Casa Surace tocca 300mila visualizzazioni. Un successo “made in Vallo di Diano”: scopri i segreti del video “Stiamo giù”

Una canzone estiva, divertente, tutta da ballare che colpisce e che in due giorni ha raccolto oltre trecentomila visualizzazioni. E’ “Stiamo giù”, la prima canzone, e già tormentone, di Casa Surace, la casa di produzione valdianese-partenopea. Una canzone che vede come mattatore Andrea di Maria, voce e corpo di un video come sempre girato con maestria da Simone Petrella. Ma non è solo l’oramai arci noto attore salese a essere protagonista della clip. Tanti sono i “segreti” del video e sono tutti o quasi “made in Vallo di Diano”. Le scene a mare sono state girate, nel Cilento, al Lido Il viottolo di Marina di Camerota. Ma poi è il comprensorio valdianese a farla da padrona. Si balla nel Be cool, o si vola dall’aeroporto ricreato nella Rosciano distribuzioni. I pullman storici, con i quali la truppa “scende giù”, sono delle Autolinee Curcio, il matrimonio è stato invece girato nell’Hotel Certosa e infine le scene bucoliche ad Atena Lucana, alla Domus Otium. E proprio qui si scruta uno dei personaggi collaterali tra i più noti del Vallo di Diano. Il consigliere di Sala Consilina Michele Santoriello, una sorta di Briatore “terrone”. Non è l’unico consigliere comunale valdianese presente: Luigi Biscotti di Sant’Arsenio è anch’egli presente. Ma per lui è più facile essendo attore teatrale e già vicino a Casa Surace. Sono numerosi i personaggi noti nel Vallo di Diano che hanno prestato il loro volto al video. Giornalisti, avvocati, imprenditori e attori valdianesi come Claudio Abate Chechile e Diego Sarno e altri ancora. Un cocktail che ovviamente è stato agitato con bravura da Casa Surace, da Daniele Pugliese (temerario e sagrista), Luca Andresano (lo sposo un po’ da famiglia Addams) ma anche Beppe Polito, Valentina Russo e tutto lo staff di Casa Surace. Da sottolineare infine, la rovesciata vincente, un po’ come il video, di Alex Ferricelli.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#