La “Madonna della tenerezza”, rubata 5 anni fa, ritorna nel convento di San Francesco a Maiori

Il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale e la Stazione di Maiori restituiscono al Convento San Francesco un dipinto trafugato nel novembre 2014. Questo pomeriggio alle 18, a Maiori, all’interno del Convento di San Francesco, alla presenza del sindaco, Antonio Capone, del comandante della Compagnia di Amalfi, il capitano Umberto D’Angelantonio e del comandante del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Napoli, il maggiore Giampaolo Brasili, si svolgerà la cerimonia di riconsegna del dipinto raffigurante Madonna della tenerezza con in braccio il Bambino dell’autore Raffaele D’Amato (1857-1921), portato via dal convento il 16 novembre 2014 e segnalato anche sulla Banca Dati Interpol.
L’attività, coordinata dalla Procura della Repubblica di Salerno è scaturita da approfondimenti investigativi effettuati in collaborazione tra la Stazione di Maiori ed il Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Napoli che ha consentito l’esecuzione di una serie di perquisizioni effettuate in diverse abitazioni della provincia ed il conseguente sequestro dell’opera, Di fondamentale importanza per l’individuazione dei preziosi beni è risultata la comparazione delle loro immagini, con quelle contenute nella Banca Dati dei beni culturali illecitamente sottratti, gestita dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, che ne ha confermato la provenienza illecita. La restituzione, avvalora, altresì, l’importanza dell’opera di sinergia tra le articolazioni di questo Comando e l’Arma territoriale, relativamente alle operazioni di approfondimento investigativo svolte anche su segnalazione dei cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#