Normativa anti Covid per la scuola: “Impossibile applicarle in tutti gli edifici salernitani”

Normativa anti Covid per la scuola: "Impossibile applicarle in tutti gli edifici salernitani"

Normativa anti Covid per la scuola: "Impossibile applicarle in tutti gli edifici salernitani"

Pubblicato da Italia Due su Sabato 6 giugno 2020

“È impossibile adeguare pedissequamente le nostre scuole alla normativa di sicurezza anti Covid”. E’ quanto dichiara dirigente della Provincia di Salerno del Settore Edilizia Scolastica e Patrimonio, Angelo Michele Lizio al quotidiano “La Città di Salerno” . Nell’articolo a firma di Gaetano De Stefano, vengono riportate le considerazioni del dirigente in merito alla situazione degli edifici scolastici in provincia di Salerno.  “L’Ente che ha sede a Palazzo Sant’Agostino gestisce ben 140 edifici, di cui 30 sono in locazione da privati, che ospitano le scuole superiori del Salernitano. “In poco più di due mesi – spiega ancora il dirigente a “La Città di Salerno”, non potremo fare molto, se non mettere in sicurezza gli immobili. Per far sì che siano adottate tutte le misure, tra cui il distanziamento sociale, per garantire una scuola in tutta sicurezza, bisognerà trovare percorsi alternativi, magari anche rivolgendosi ai privati per trovare spazi adeguati. Non è che dall’oggi al domani – evidenzia il dirigente al quotidiano salernitano – si possano raddoppiare, sic et sempliciter, gli spazi». Nella sostanza: le “classi pollaio” resteranno tali. La Provincia, dunque, si trova tra le mani una vera e propria patata bollente. E, per il momento, non può neppure cominciare a programmare. Lo potremo fare – rimarca Lizio – quando avremo contezza dei fondi che ci saranno assegnati». Sulla pagina del Miur la data ultima per la ripartizione dei finanziamenti è l’8 giugno. Solo quando si saprà la cifra esatta destinata al Salernitano si potrà fare qualche conto e tirare le somme. Lo stesso discorso è applicabile anche agli edifici scolastici comunali, per intenderci quelli in cui ci sono la scuola dell’Infanzia, Primaria e Medie. Dunque il futuro prossimo, da un punto di vista scolastico, è tutto un’incognita”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#