Riscoperta e confronto a Polla grazie al “Festival del Folklore e rassegna musicale della zampogna e ciaramella”

Si è conclusa ieri a Polla la terza tappa del “Festival del Folklore e rassegna musicale della zampogna e ciaramella”.  L’evento, organizzato dal comune di Polla con il supporto di Polis Innovazione & Sviluppo srl, e co-finanziato dal POC Campania 2014-2020,  grazie ad un variegato programma ha dato la possibilità di assistere all’esibizione di diversi artisti musicali e soprattutto di far rivivere e riscoprire le proprie origini. Dunque un successo sotto tutti i punti di vista, nonostante le condizioni climatiche non siano state tra le più favorevoli. “Questo festival è l’occasione per sottolineare le nostre radici e valorizzare il centro storico, patrimonio tanto artistico quanto culturale”, ha affermato il Sindaco della cittadina Rocco Giuliano. La rassegna si è confermata un momento di condivisione, scoperta e di confronto, con la partecipazione di artisti nazionali ed internazionali. Special guest della serata è stata Susana Seivane, erede di una delle famiglie più prestigiose nel mondo della musica dei “gaiteros”, i cornamusisti galiziani. Fin da giovanissima, scoperta e coltivata la passione per la cornamusa, la Seivane è diventata una campionessa nell’utilizzo di quel particolare strumento musicale, e ciò le ha permesso di diventare popolare in tutto il mondo. “Ho partecipato a diversi concorsi e rassegne nel Nord Italia,, ma per quanto riguarda il Sud è la prima volta. L’invito a Polla, di cui sono felicissima, mi permette di conoscere anche questa zona. L’Italia è un paese stupendo e dove c’è la buona tavola”, ha così esordito durante l’intervista Susana. Gioia e soddisfazione sono emerse anche dalle parole della nota compagnia di pizzica salentina “Alla Bua”. A sottolineare, invece, l’importanza di trasmettere la passione per la musica e per le proprie tradizioni, è stato Antonio Giordano della Compagnia salernitana “D’altro Canto”, esibitosi con la sua ciaramella. Tanti gli spettatori che, incantati dal lieto spettacolo, hanno potuto anche degustare prodotti tipici locali.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#