Delocalizzazione stazione Terna. Il gruppo “Nuova Montesano”: “Proposta frettolosa. Attendiamo l’udienza di domani”

“In merito alla proposta di delocalizzazione della Stazione Elettrica da parte di Terna sempre sul territorio di Montesano Sulla Marcellana, pur prendendo atto che finalmente la società si è resa conto dell’inidoneità assoluta dell’attuale sito, riteniamo la proposta stessa troppo frettolosa, intempestiva ed inopportuna a un solo giorno dall’udienza prevista domani presso il Tar Lazio e che racchiude tutti i procedimenti che riguardano la nostra tesi, sostenuta da sempre, di carenza di VIA e di Autorizzazione e che vede per la prima volta anche la presenza in giudizio dell’Avvocatura Regionale”. E’ quanto sostiene il gruppo consiliare di maggioranza “Nuova Montesano” in una nota stampa. “Difendiamo a un giorno dall’udienza la nostra posizione, continua il documento, su cui abbiamo lavorato da lungo tempo giungendo all’accoglimento nei mesi scorsi dell’istanza istruttoria da parte del Giudice stesso. Senza pronuncia giudiziaria, per altro a brevissimo, senza che l’anelito di giustizia da anni portato avanti dalla nostra comunità venga vagliato, nel merito della VIA per la prima volta, da parte di un Tribunale dello Stato Italiano per vedere se quanto da noi sempre asserito e documentalmente mostrato abbia ragion d’essere, nessuna decisione definitiva può scostarsi da quanto finora coerentemente sostenuto. Siamo indisponibili: tante e troppe volte Terna ha detto no, oggi noi diciamo no!
Ora più che mai c’è bisogno di rinnovata passione, di fiducia verso le Istituzioni, verso la Giustizia, solida speranza che Montesano resti quello che è!  Ascolteremo la cittadinanza tutta ma senza tentennamenti verso Terna, sottolinea la nota stampa. Ascolteremo tutti perché è giusto, perché è una decisione di grande rilevanza ed interesse ma siamo certi troveremo la sintesi perché quando si difende un paese nessuna ragione economica-aziendale potrà mai essere superiore al desiderio di giustizia e di tutela del territorio da parte di chi vive visceralmente il proprio paese. Ora è il momento della giustizia, appena avremo notizie dal Tar informeremo la cittadinanza.
Crediamo ancora che la vera Giustizia debba decidere se Montesano, a prescindere dal sito, dovrà pagare il prezzo di un’opera mai voluta!”

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#