“Non è obbligatorio mostrare l’assicurazione alla polizia”: dal Vallo di Diano il “caso” nazionale

Non ha il certificato dell’assicurazione, non si presenta agli uffici di polizia per esibire l’atto dopo il controllo delle forze dell’ordine ma non può essere multato (circa 300 euro). Lo ha deciso il giudice di Pace di Salerno su ricorso presentato dagli avvocati del conducente di un’auto sottoposta a un controllo strada, i legali Igino Cappelli e Maria Santarsenio. È stata quindi annullata la contravvenzione imputata a un cittadino valdianese che al momento in cui è stato fermato per un controllo stradale, essendo sprovvisto del certificato assicurativo del veicolo che stava conducendo, non si è successivamente presentato presso gli uffici di polizia per esibire il detto certificato. Ovviamente il mezzo era assicurato. Il Giudice di Pace Antonietta Sessa de Prisco ha rilevato nella sentenza che “il Ministero dell’Interno ha emanato una circolare nel 12 agosto 2003 con la quale, ponendosi il problema del rapporto tra ordine di esibizione e doveri di ricerca d’ufficio delle informazioni necessarie, ha st la contravvenzione può scattare solo quando l’organo di polizia che ha intimato l’esibizione non sia comunque in grado di verificare, attraverso pubblici registri o altri sistemi, se il documento esista o meno. Nel caso specifico, l’esistenza di copertura assicurativa poteva rilevarsi dalla consultazione di un pubblico registro cui le forze dell’ordine sono collegate telematicamente. Non solo. La prefettura di Salerno è stata condannata al pagamento delle spese per circa 350 euro.

Una risposta

  1. Simo ha detto:

    Finalmente un vero avvocato che fa applicare la legge!più Santarsenio (Maria) per tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#