Sala Consilina: domenica di festa con il tradizionale rito dello “Sparo del Gallo”

È tornata nella sua sede invernale, come da antichissima tradizione, la Madonna della Consolazione, detta del Castello a Sala Consilina. La statua della Madonna anche quest’anno ha lasciato la chiesetta posta all’interno del castello normanno situato sulla sommità di una collina, isolato rispetto all’antico borgo di Sala Consilina ed è stata portata a spalla dai fedeli attraverso un sentiero, percorribile solamente a piedi, fino alla chiesa dell’Annunziata, in piazza Umberto I, dopo quasi due chilometri di cammino ed oltre 200 metri di dislivello. Il programma religioso ha visto domenica la partenza del pellegrinaggio intorno alle 9.30, con la tradizionale sosta in località “Valle”per un momento di preghiera ed il rito pagano e propiziatorio dello “Sparo del Gallo”.

DCIM100GOPRO

La corsa del gallo, anche quest’anno rigorosamente imbalsamato, lungo la fune non sì è interrotta: segno, secondo la credenza locale, di prosperità futura. Si tratta di un rito millenario, molto sentito a Sala Consilina, che attira ogni anno fedeli da tutto il territorio. E’ seguita, poi la processione, accompagnata dalla banda musicale Città Vallo, con  migliaia di fedeli

DCIM100GOPRO

A conclusione,  dopo i tradizionali fuochi pirotecnici, l’arrivo della statua nella chiesa dell’Annunziata e la Santa Messa officiata dal parroco don Michele Totaro. La statua della Madonna resterà nell’Annunziata fino al lunedì in albis quando sarà di nuovo accompagnata in processione verso il Castello.

DCIM100GOPRO

Clicca sulle foto per ingrandirle.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#