Soccorso in montagna con attrezzature complesse, la Protezione Civile di Padula si specializza a Lecco

Nelle situazioni di emergenza professionalità e competenza possono fare la differenza tra la vita e la morte. Lo sanno bene i volontari dell’Associazione Protezione Civile “Vallo di Diano” di Padula, che proprio sulla formazione e sui corsi di perfezionamento hanno sempre investito, facendone uno dei loro tratti distintivi.

 

18644659_394501594283309_963347733_n 18716542_394501487616653_926484790_n

A confermarlo ancora una volta il corso di specializzazione sull’utilizzo di attrezzature alpine complesse da soccorso seguito dagli operatori su corda della Protezione Civile padulese il 22 e 23 maggio scorsi presso il polo didattico della ditta Kong spa a Monte Marenzo, in provincia di Lecco. Grazie al finanziamento ottenuto da Sodalis, il Centro Servizi per il Volontariato di Salerno, attraverso una Micro Azione Partecipata del 2016, i volontari padulesi hanno potuto seguire due giorni formativi estremamente intensi, dove hanno avuto modo di ampliare le proprie conoscenze e competenze legate all’utilizzo delle nuove attrezzature da soccorso in ambiente impervio, di recente acquisizione da parte dell’Associazione.

18698713_394501467616655_125220882_o

La formazione ha affrontato diverse tematiche legate all’utilizzo dei materiali a disposizione dei volontari, ed anche una parte legata prettamente alle tecnologie costruttive degli stessi, per poterne comprendere effettivamente i pregi e i limiti da tener presente in una fase cosi particolare come quella del soccorso, dove i materiali e le attrezzature sono sottoposti a particolari sollecitazioni. In questo modo i volontari padulesi hanno avuto modo di toccare con mano e testare sul campo fin dove si può spingere un operatore del soccorso in relazione all’attrezzatura a sua disposizione.

18679241_394501434283325_2145543942_n 18716447_394499390950196_2074165854_n (1)

La fase pratica del corso ha testato le competenze già in possesso degli operatori su corda e la loro evoluzione in relazione a situazioni particolari, derivanti da interventi complessi che richiedono particolari competenze specifiche sull’utilizzo di barelle con pali pescanti e argani di recupero e calata.

18718556_394500167616785_320627205_n (1)

Ancora una volta dunque una attività formativa che si caratterizza per la sua unicità, e che pone i volontari padulesi di Protezione Civile Vallo di Diano fra le pochissime Associazioni di Protezione Civile in Italia che hanno affrontato con successo questi argomenti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#