Aggressione e minacce ai carabinieri intervenuti per sedare lite tra vicini di casa: nei guai padre e figlio nel Cilento

I Carabinieri della Compagnia di Vallo della Lucania coordinati dal Capitano Mennato Malgieri, hanno tratto in arresto un 55ene ed un 22enne, entrambi pregiudicati ed originari del comune di Salento, in provincia di Salerno. I militari dell’aliquota radiomobile, a  seguito di una richiesta di intervento per una lite tra vicini, una volta giunti sul posto si sono trovati di fronte al 55enne, che in preda alla rabbia si è scagliato contro i carabinieri. A dare manforte all’umo anche il figlio di 22 anni con con minacce e resistenze. L’intervento successivo dell’aliquota operativa ha permesso di rinvenire presso il domicilio degli arrestati un fucile calibro 12 con relative cartucce ed una pistola cal. 6.35 carica ed armata. Le armi, tutte con matricola abrasa e il relativo munizionamento sono state sequestrate, mentre i due individui , accusati di resistenza, violenza, detenzione di armi clandestine e  con precedenti specifici sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Vallo della Lucania a disposizione della locale Autorità Giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#