Braccio di ferro sulla Fondazione Mida. L’opposizione di Auletta attacca il sindaco Pessolano: “Polemica strumentale e inutile”

In merito alla querelle sulla Fondazione Mida con il sindaco di Auletta, Pietro Pessolano, che ha chiesto le dimissioni del presidente Francescantonio D’Orilia per un errore nella realizzazione di un volume, interviene il gruppo di minoranza, Auletta Nova. Nella guida “Nelle Terre dei Principi” (Guida agli itinerari italo-greci in Campania) viene dimenticato di inserire il nome dei ristoranti di Auletta. L’opposizione ha quindi protocollato nei giorni scorsi una nota per chiedere la convocazione di un consiglio comunale straordinario e monotematico, nel quale invitare anche il presidente della Fondazione MIdA, Francescantonio D’Orilia, per discutere,”del futuro della Fondazione MIdA – si legge in una nota di Auletta Nova -. Il sindaco Pessolano parla di ‘grave distrazione’ nella stampa della Guida, nella quale i nomi delle strutture ricettive di Auletta sono scritti su carta lucida adesiva, ed afferma di volere  le dimissioni del Presidente della Fondazione MIdA. Prosegue, poi, dicendo di star già lavorando con il comune di Pertosa per sciogliere la Fondazione”. In base a queste dichiarazioni del primo cittadino, il gruppo di minoranza chiede al sindaco di “precisare e spiegare una serie di elementi fondamentali di carattere politico-istituzionale sulle sue dichiarazioni e sugli ‘accordi’ con Pertosa”. L’opposizione su Mida così poi si esprime: “La Fondazione rappresenta un’opportunità per tutto il territorio, una best practice che altri ci invidiano e che ha avuto la luce grazie alla lungimirante visione degli allora sindaci di Auletta, Onofrio Carmine Caggiano, e di Pertosa, Francescantonio D’Orilia appunto, e che, sulla base di quella intuizione, sta proseguendo le sue attività, seppur con qualche difficoltà e tentennamento. Chiaramente, per noi, il consiglio comunale rappresenta il luogo principe dove ogni consigliere può esprimersi liberamente e prendersi la responsabilità di porre fine ad una “utopistica” visione di sviluppo che a piccoli passi sta diventando realtà, e che partendo dalle Grotte dell’Angelo di Pertosa-Auletta ha inteso irradiarsi in tutto il circondario, nell’intento di costituire un fronte comune sulle tematiche turistico-culturali per la promozione dell’unicità e della bellezza dell’intero territorio. La polemica del sindaco Pessolano è strumentale ed inutile. Nel merito la dimenticanza dell’inserimento dell’elenco delle attività ricettive e commerciali di Auletta nella Guida è un errore da far rilevare nelle sedi opportune, e cioè soprattutto da parte dei rappresentanti che il nostro Comune ha nei consigli di Indirizzo e di Amministrazione della Fondazione MIdA. Ma qui è il vero problema: se l’attuale amministrazione si limita a designare in questi posti persone bocciate dall’elettorato, al solo scopo di accontentarle, è evidente che  si nominano spesso persone demotivate e poco competenti, che non seguono i progetti e questi sono i risultati. Ribadiamo: a nostro parere, è un errore che non dovrebbe capitare e che va rimarcato nelle sedi opportune, ma non può essere assolutamente il motivo per mandare tutto all’aria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#