ESCLUSIVA- Gli operatori del Pronto Soccorso dalla tenda pre triage dell’ospedale di Polla: “Travolti da un uragano, ma abbiamo reagito”

L’INTERVISTA INTEGRALE SARA’ PUBBLICATA A BREVE SUL NOSTRO SITO WWW.ITALIA2TV.IT, SULLE PAGINE SOCIAL DI ITALIA2TV ED ANDRA’ IN ONDA DOPO I TG DELLA SERA. 

ESCLUSIVA, le testimonianze degli operatori dalla tenda pre triage dell’ospedale di Polla: “Ci ha travolto un uragano, ma noi abbiamo reagito”

Pubblicato da Italia Due su Giovedì 30 aprile 2020

 

Nella catena dell’emergenza sanitaria per il Coronavirus che come “Un uragano ha travolto le strutture ospedaliere come quella di Polla, in cui però, gli operatori sanitari hanno reagito affrontando con professionalità il “nemico”, hanno svolto e svolgono un ruolo di grande importanza quegli operatori sanitari appartenenti a quello definito il “primo step”, anche quello più insidioso, della Catena emergenziale allestita in modo davvero funzionale all’ospedale “Luigi Curto” di Polla per affrontare l’emergenza Coronaviorus nel Vallo di Diano . Loro sono gli infermieri ed operatori sanitari e medici del pronto soccorso dell’Ospedale di Polla. Insieme a  Daniele Graziano, coordinatore degli infermieri, Gerardo Esposito, Infermiere professionale e Luigi Pistone, Operatore Socio Sanitario in rappresentanza dei loro colleghi abbiamo raccontato questi due mesi di emergenza dovuta dal Coronavirus. La tenda pre triage, i prefabbrica ed il pronto soccorso svolgono l’importante ruolo di “filtro”. I presunti contagiati, infatti, in questi mesi sono arrivati attraverso gli operatori del 118, all’ospedale di Polla fermandosi nelle tende pre triage. Qui hanno incontrato gli operatori, che in prima linea, hanno fornito supporto e assistenza ed hanno effettuato i tamponi. Da qui, in caso di positività e di necessarie cure mediche, il passaggio nel reparto Covid di Polla.  Quello nelle tende pre triage, all’esterno dell’ospedale, nei container, non è un lavoro facile come non lo è per nessun operatore impegnato in prima linea ad affrontare il Coronavirus. I medici, gli infermieri ed operatori socio sanitari del pronto soccorso hanno lavorato a stretto contatto con i sospetti pazienti positivi: ore e ore in piedi e all’esterno, con temperature anche molto rigide. Oltre alla stanchezza anche la paura per se stessi e per i propri familiari. Ma questo uragano che nelle prime ore ha travolto e scombussolato tutto il sistema emergenziale è stato affrontato con risolutezza e professionalità da tutto gli operatori del pronto soccorso guidato dal dottore Antonio Innac. Quest’ultimo ha testimoniato, nel corso del nostro SPECIALE, l’ottimo lavoro  svolto da tutti gli operatori del Pronto Soccorso. Anche il dottore Innac insieme ai medici, Domenico Rubino, Responsabile del reparto Covid di Polla e Dirigente dell’Unità di urologia di Polla e Luigi De Angelis direttore dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale di Polla ci hanno raccontato l’organizzazione di tutto il percorso Covid a partire dal pronto Soccorso, fino al reparto covid e alla terapia intensiva. Altre due unità, queste ultime che hanno dato prova di grande professionalità nell’affrontare il Coronavirus, salvando molte vite umane. Con i dirigenti medici abbiamo anche scoperto un lato più emozionale di questa esperienza .

L’INTERVISTA INTEGRALE SARA’ PUBBLICATA A BREVE SUL NOSTRO SITO WWW.ITALIA2TV.IT, SULLE PAGINE SOCIAL DI ITALIA2TV ED ANDRA’ IN ONDA DOPO I TG DELLA SERA. 

foto di Gerardo Esposito

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#