Tribunali soppressi, incontro a Roma con il Ministro Buonafede. L’Associazione Giustizia Possibile: “Registrati passi avanti”

Sono trascorsi ormai più di 5 anni, ma qualcuno non si arrende: il Comitato di Coordinamento Nazionale per la Giustizia di Prossimità (che raccoglie le rappresentanze amministrative, forensi e associative dei 30 Tribunali soppressi a settembre del 2013) è stato ricevuto nei giorni scorsi dal Ministro della Giustizia Alfonso Buonafede.

A darne notizia è l’Associazione “Giustizia Possibile” tramite la sua fondatrice, l’Avvocato Elisabetta Giordano, da sempre in prima fila nella lotta per la riapertura del Tribunale del Vallo di Diano.

“All’incontro di Roma presso il Ministero –conferma la Giordano- ha partecipato il Direttivo del Comitato, composto dal presidente Pippo Agnusdei (già presidente dell’Ordine degli Avvocati di Lucera), dal vice presidente Andrea Sala (Sindaco di Vigevano, accompagnato dall’avv. Giuseppe Madeo, già presidente dell’Ordine degli Avvocati di Vigevano), e dal segretario Enzo Galazzo (del Foro di Modica)”. L’incontro è durato oltre due ore, presieduto dal Ministro, coadiuvato dai dirigenti dei suoi uffici. Il Comitato ha rinnovato la richiesta di riapertura dei Tribunali soppressi, in attuazione di quanto previsto dal contratto di Governo circa la rivisitazione della riforma della geografia giudiziaria. “Il Ministro –continua l’Avvocato Elisabetta Guiordano- ha rappresentato la volontà del Governo di promuovere un lavoro di valutazione delle varie realtà territoriali affinché si addivenga al ripristino di uffici giudiziari, Tribunali e Procure della Repubblica, e al recupero della presenza dello Stato. Darà corso alla costituzione di un gruppo di lavoro, alla cui partecipazione chiamerà parlamentari soprattutto componenti delle commissioni giustizia presso le Camere, e riconvocherà il Comitato Nazionale per il prosieguo di tale lavoro”. Il Ministro ha dato atto che gli uffici di prossimità sono cosa diversa dagli uffici giudiziari e che le rispettive evoluzioni seguiranno percorsi differenti. “Al termine dell’incontro –conclude la Giordano- il Presidente del Comitato Giuseppe Agnusdei ha ribadito che Il percorso è di certo ancora lungo e articolato, ma che nel corso del colloquio con il Ministro Buonafede si sono registrati importanti passi in avanti nella direzione dell’obiettivo del Comitato. Notizie che, ovviamente, riaccendono le speranze anche per il Tribunale di Sala Consilina”.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#